Editoriale

Come affrontare il cambiamento

Arriva un momento nella vita in cui bisogna prendere atto che molte cose sono cambiate, non sono più come le pensavamo, come le immaginavamo.

In modo particolare arriva il momento in cui bisogna prendere atto che non siamo più “quelli di prima” e di conseguenza anche alcuni atteggiamenti personali hanno bisogno di seguire la nuova via del cambiamento.

Il cambiamento come “croce e delizia” perché se per qualcuno è sinonimo di stimoli nuovi e nuove opportunità per altri è paura e nuovi dubbi, costanti riflessioni a risposta multipla senza valutare, però, che “l’evoluzione” è insita in ogni cosa presente al mondo e spesso questa verità, difficile da accettare, diventa causa di periodi di crisi personali.

Il cambiamento e le paure

In generale la paura maggiore per l’essere umano, quando si parla di cambiamento, è dettata dal tempo che passa e dalle sue conseguenze su più fronti.

Il cambiamento, però, è qualcosa che non si può contrastare e spesso lo stress maggiore arriva proprio dalla mancanza della messa a fuoco di questo dettaglio fondamentale.

Molti sono i casi in cui si prova il cambiamento, basti pensare a quando si valuta l’idea di cambiare lavoro oppure cambiare abitudini quotidiane oppure, ancora, cambiare modo di comportarsi, spesso si parte ma alla prima difficoltà si torna indietro.

Precisiamo, camminare sempre sulla stessa strada in piano, percorsa per anni, è sicuramente meno faticoso che iniziare a scalare una parete rocciosa ma, volete mettere quanta soddisfazione arrivare in cima?

Ecco, portare il cambiamento nella propria vita può essere una sfida.

 

Come iniziare un percorso di cambiamento senza cedere dopo i primi passi?

Una delle cose da tenere presente è che il cambiamento viaggia insieme alla persistenza perché il buon risultato può arrivare solo se costantemente nutrito dalla voglia di raggiungere l’obbiettivo.

Il Dott. Luca Mazzucchelli, nel suo libro Fattore 1% (ed. Giunti), affronta il tema del cambiamento o meglio dell’intraprendere la via del cambiamento chiarendo che il modo migliore per iniziare a percorrere una nuova via, che porti il risultato voluto, sia partire con piccoli passi.

Detto così sembra scontato ma spesso il primo ostacolo da affrontare è proprio l’accettazione dell’idea che fatto il primo passo si deve gioire dell’inizio e della consapevolezza che per quanto la strada sia lunga c’è la volontà di continuare superando i diversi ostacoli.

Impegno, persistenza, volontà, motivazione sono tutti termini che se applicati all’interno di un contesto personale possono diventare la chiave di volta verso la realizzazione dei propri sogni e del personale cambiamento.

Potrebbe piacerti...