Cucina

Covid-19| La cantina Vigne al Colle un nuovo modo di pensare al vino

Le consegne dedicate alle zone di Rovolon e limitrofi le effettuano direttamente loro come cantina invece per le altre zone, più lontane, si appoggiano di un corriere che garantisce rapidità e puntualità.

 

“bisogna reagire con prontezza e positività alla situazione, non facendosi prendere dallo sconforto, anzi. Vede, in questa situazione abbiamo trovato una nuova sfida da affrontare e da dover cogliere per migliorarsi ancora” afferma Martino Benato alla nostra domanda su una possibile visione d’insieme del momento che stiamo vivendo.

Per Martino, vulcanico come il suo territorio, passata questa “tempesta” si aprirà una nuova era e per prepararsi al meglio stanno concentrando tutte le energie in vigna, anche con nuovi impianti situati nel bellissimo anfiteatro naturale che si apre dinanzi casa.

Tutta la sua energia positiva la sprigiona, anche, nel raccontarci come vede personalmente la riapertura della cantina “Vigne al Colle”, alla quale sta già pensando come una grande festa con clienti, amici e winelovers, momento durante il quale presenterà le nuove annate.

Noi di Dragopress, con il progetto “Il Veneto non si arrende”, vogliamo dare voce e visibilità a tutti gli imprenditori che vogliono comunicare il loro personale messaggio fatto di fiducia e ottimismo verso il prossimo futuro e che oggi possiamo tradurre in intraprendenza, resilienza e innovazione, mai come ora, base fondamentale per una nuova rinascita.

 

 

Giulia Schiavon

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.