Marsupio versione 2019

L’accessorio che più di tutti racconta la storia di una persona è senza ombra di dubbio la borsa.

Presente sin dall’antichità, prova lo sono i papiri ritrovati nell’antico Egitto, ha da sempre avuto una sua funzione primaria cioè la possibilità di contenere gli oggetti a noi più utili.

Il continuo cambiamento della società ha portato, nel XX sec, molte case di moda a strutturare i look inserendo “obbligatoriamente” a completamento del look questo accessorio così tanto amato da donne e da qualche anno, anche, dagli uomini.

Essendo la moda una componente ciclica della nostra vita ci ritroviamo oggi a desiderare uno degli oggetti che più di altri rappresenta gli anni ’90.

Non parlo dello zaino in nylon di Prada, anche se lo zaino nella versione rivisitata è ritornato prepotentemente a far parte della nostra quotidianità già da qualche tempo, ma del marsupio. Oggi questo accessorio dal piglio sportivo viene abbinato non solo con il jeans, ma nella linea più squadrata, dal volume ridotto e dai materiali più ricercati anche con i completi da ufficio. Nella sua versione “ringiovanita” è tornato ma per posizionarsi non più sui fianchi come succedeva in passato, ma a segno di un punto vita ben definito.

Sempre in merito al valore del marsupio come accessorio corre l’obbligo di annotare un merito alla nostra Vivienne Westwood che, sempre negli anni ’90, diede una prospettiva del tutto nuova a questa borsa che fino a metà di quegli anni era spesso associato al turismo low cost .

Con il marsupio Louis Vuitton in ed. Limitata, la stilista inglese, costituì un nuovo tipo di borsa per il quotidiano e istituì un nuovo modo di indossarlo. Non più a vista sulla pancia o laterale sul fianco, ma dietro appoggiato al fondoschiena, “bum bag”.

Sarà forse questo il motore che ha portato i designers più importanti a riproporlo come accessorio? Sicuramente è da sempre pratico ma, nelle sue ultime versioni, ha conquistato anche “la bella“  estetica.

Così possiamo averlo ancora oggi “brandizzato” LV, dove la linea classica incontra la ricercata estetica.

Firmato Marc Jacobs per gli amanti del mood sportivo oppure Gucci per gli estimatori delle misure importanti; il marsupio si presenta sempre con il classico logo della casa di moda ma con dettagli voluti da un’ispirazione che Alessandro Michele non vuole nascondere.

Ma non mancano le proposte dai brand più commerciali come ad esempio Zara che suggerisce un modello classico, ma dal colore tendenza che permette l’utilizzo sia adesso che in estate.

Che sia solo un amore estivo o che sia una passione che brucia nel cuore questa borsa sportiva, pratica, versatile e molto cool ad oggi è l’oggetto del desiderio che tutti devono avere.

 

by Ginevra Montrone

Photo Cover Bagaholic 101

Central Photo Appyface 113

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *