Cucina

Sorsi di Natale

Si stanno avvicinando con “passo spedito” le feste natalizie e con esse il periodo per la scelta dei doni da acquistare.

Trovare l’oggetto giusto è sempre un compito arduo, soprattutto per i familiari e/o compagni/e.

Per togliervi da questo “imbarazzo” possiamo venirvi incontro, noi di LMFpress.it, perché tra di noi è presente un appassionato di vini.

Primo step da fare è quello di individuare a quale categoria di winelovers appartengono coloro ai quali vogliamo fare un presente.

La foto di seguito, presentata in occasione del Vinitaly del 2014, rappresenta, in forma di quadro sinottico, le categorie dei winelovers comprensive di descrittori che li caratterizzano e li distinguono.

ph Aristide -credits Squadrati

Dopo queste descrizioni siamo sicuri che individuerete perfettamente la tipologia corretta dove collocare i vostri cari o amici.

I primi, delle categorie che andremo ad elencare, sono i più comuni cioè  gli ENOSNOB.

Li si riconosce perché, di solito, sono esperti assaggiatori, sommelier o persone che stanno frequentando corsi specialistici.

Di norma sono più conservatori, conoscitori di etichette e scettici verso i vini naturali e biologici.

Tradizionalisti fino al midollo, cultori dell’invecchiamento.

Le denominazioni, a loro parere, sono alla base per definire la qualità di alcuni prodotti rispetto ad altri, a maggior ragione se sono stranieri.

Per loro abbiamo pensato di scegliere come prodotto un Vino Nobile di Montepulciano DOCG Asinone dell’Azienda Poliziano di Montepulciano (Siena)

Vino rosso di Toscana con passaggio in barrique per 18 mesi prima della messa in commercio.

Prodotto Equilibrato, con note balsamiche e di ribes rosso.

Al palato è setoso, con un tannino raffinato.

Adatto per la lunga conservazione e lo si può dimenticare in cantina per qualche anno.

Il prezzo si aggira interno a Eur 30. Verrà sicuramente apprezzato come dono.

Nella seconda categoria ci sono i RADICALS opposti, per visioni, al primo gruppo.

Sono consumatori che conoscono i processi di produzione del vino e sono contro l’utilizzo di additivi chimici in vigna ed in cantina, sono promotori del ritorno al passato con vini più genuini.

Sostenitori dei vini biologici e biodinamici con vinificazione in anfora e con principi ossidativi.

Per loro suggeriamo un Albana di Romagna DOCG Vitalba dell’Azienda Tre Monti di Imola (BO).

Vino biologico vinificato in anfora con fermentazione spontanea di colore giallo dorato, ampio, intenso con sentori di agrumi e frutta esotica; avvolgente, al gusto spicca per acidità e sapidità, equilibrato e di lunga persistenza.

Questo vino si aggira intorno a Eur 20; “cucito addosso ai RADICALS come un abito sartoriale”.

Nella terza categoria abbiamo i SOCIALITE.

Sono persone di cultura, adoratori di Robert Parker, che vedono la guida dei vini come una bibbia e regalare un buon vino lo vivono come un’occasione di gratifica sociale.

Pensano che il vino buono si trovi anche al supermercato ( in alcuni casi non è un pensiero totalmente sbagliato visto che, negli ultimi anni, alcuni supermercati hanno aumentato la qualità)

Sono i maggiori frequentatori degli eventi dedicati ai vini come ad esempio Vinitaly, FIVI ed il Milano Wine Festival.

Apprezzano fare tour enologici per andare a scoprire nuove cantine.

Preferiscono scegliere i vini a costi accessibili e se si trovano in difficoltà si affidano alle etichette ed ai vitigni conosciuti e rinomati come possono essere lo Chardonnay ed il Sauvignon.

Sono quelli che a tavola, per darsi un tono ed una precaria conoscenza del vino, sciolinano etichette come fossero figurine della Panini.

Per questa categoria di appassionati abbiamo scelto un Alto Adige Pinot Nero DOC di Franz Haas di Montagna (BZ) premiato con 93 punti nella guida di Robert Parker.

Vino rotondo ed armonico con note di frutta piena come marasca lamponi ed aromi di sottobosco, speziatura di cannella e chiodi di garofano.

Al gusto risulta fresco e vivace con tannini eleganti e rotondi.

Vino armonico con una piacevole bevibilità.

Prodotto venduto tra 20/25 eur; potemmo dire che con questo prodotto aggiungono una figurina rara all’album.

Come ultima categoria abbiamo i PANE AL PANE.

Sono quelli per cui il vino dev’ essere nella quotidianità, che a pasto non deve mai mancare.

Sono quelli per cui il vino è un alimento e dev’essere poco impegnativo, giovane è pronto e non piace farli invecchiare in cantina.

Sono quelli che devono avere la possibilità anche di miscelarlo con l’acqua senza nessun imbarazzo, come se fosse un gesto naturale.

Per loro abbiamo scelto un Serei Bianco della Cantina le Morette di Peschiera del Garda (VR).

Prodotto ottenuto dalla selezione di Trebbiano, Pinot bianco e Chardonnay.

Bevibilità semplice, prodotto immediato, di grande armonia ed intenso con sentori floreali e fruttati che rimandano l’olfatto agli aromi di albicocca al cocco alla mela e alla pera.

Al palato e vivace aromatico ed elegante.

Prodotto venduto intorno a eur 10; un vino da tavola con l’abito elegante.

Ora che vi abbiamo elencato le quattro macro tipologie del winelovers, non vi resta che stupire le persone a voi più care con la bottiglia giusta per loro.

Se avete ancora dei dubbi sulla scelta quando vi recherete in enoteca, al commesso, date pure la descrizione del tipo di appassionato che volete stupire, sono sicuro che saprà indirizzarvi verso la scelta giusta.

Se invece in questi giorni non doveste avere molto tempo, a causa degli impegni lavorativi, vi consigliamo le pagine e-commerce dedicate e garantite come possono essere Tannico, Vivino, Vino.it oppure ancora Callmewine, Extrawine, solo per citarne alcuni, che vi porteranno i prodotti scelti direttamente a casa.

In occasione delle feste non importa che tipo di enoappassionato voi siate, l’importante è che brindiate con le persone a cui tenete.

CIN CIN e Buon Natale a tutti voi.

by Corrado De Marchi sommelier

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *