Natale… a tavola!

I nostri consigli per rendere più bella l’apparecchiatura per le prossime festività

 

Natale, la festa che riunisce tutta la famiglia attorno alla tavola. La tradizione della cena della vigilia e del pranzo di Natale in casa è ancora forte e, al di là del menu da preparare, è anche l’allestimento della mise en place a richiedere una cura particolare. Per celebrare questa ricorrenza è rimasta l’usanza di esibire il “servizio bello”, che richiede attenzione ai dettagli, come vi suggeriamo.

Villeroy & Boch

 

Per cominciare, attenzione all’abbinamento dei pezzi in tavola. Con Villeroy & Boch il candore del servizio Toy’s Delight Royal Classic si sposa a meraviglia con i colori natalizi del servizio Toy’s Delight. I piatti caratterizzati da un raffinato rilievo di porcellana Premium, che raffigura motivi di giocattoli tipici dei Monti Metalliferi, si armonizzano perfettamente con sottopiatti e scodelle del servizio Toy’s Delight decorato con figure tradizionali.

 

Henriette

Attenzione poi al particolare che può ravvivare la tavola. Protagonista è sempre il bianco, che “si accende” con l’accostamento di oggetti dai colori metallici. Il piattino dessert Fantasy di Henriette dal delicato motivo geometrico a rilievo si esalta con la tovaglietta tonda realizzata con perline argento. La tovaglietta è proposta anche in oro e rosso. L’alzatina del dolce può essere affiancata da un portacandela in vetro dorato che crea atmosfera.

 

Attenzione anche ai decori della festa di Natale. La tavola con la collezione Noel Oro di Taitù diventa il luogo privilegiato dove il piacere del cibo si accompagna con il piacere di servirlo con oggetti abbelliti con vari simboli. Da godere anche dal mattino con mug e tazze da tè e caffè. Sei nuovi prodotti hanno arricchito una linea apprezzata per la sua preziosità: il filo in oro 24 carati e i decori fiabeschi, come stelle, ghirlande, renne…

Taitù

 

Attenzione, infine, ai giochi di colore in tavola. Non si creano solo con i piatti, ma anche con i bicchieri. Vetrerie di Empoli propone calici e flûte diversi per nuance, forma e decoro. La maestria della lavorazione a mano e l’uso dell’oro aggiungono una raffinatezza unica a questi bicchieri, capaci di stare a proprio agio anche in una apparecchiatura più moderna. Da completare con la bottiglia, il centrotavola e i sottopiatti della stessa collezione.

Vetrerie di Empoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

by Federica Serva

photo Villeroy & Boch: Dag Communication

Henriette: Studio Nazari

Taitù: Regina Santoro

Vetrerie di Empoli: Paolo Landi Creative Media e Ilaria Parentini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *