Editoriale

Le lezioni imparate dal covid

Settembre è arrivato e così stiamo salutando la tanto calda estate. La scuola è ricominciata e il lavoro è stato, se così possiamo dire, riportato alla “normalità”.

Mentre tutto trova un proprio equilibrio io provo a fare un bilancio di quello che il periodo covid ha maturato.

Da un certo punto di vista possiamo affermare che tutti noi abbiamo tirato fuori qualcosa di “interessante” da questo periodo, chi la rabbia, chi il relax e chi, molto più fortunello e ottimista di altri, un nuovo punto di vista rispetto alla vita che gli permette, adesso, di fare cose che prima sognava ma non aveva il coraggio di iniziare.

Fra questi però c’è anche chi, forse come me, ha scoperto un nuovo modo di porsi ossia la pazienza a fasi alterne.

Se dopo il periodo di lockdown qualcuno ha scoperto di non poter trattenere la lingua innanzi ad un potenziale scatto di rabbia dall’altro abbiamo chi ha imparato che la pazienza è la virtù che permette la vittoria di molte difficili battaglie, ma ad un prezzo molto alto.

Per quanto tutto questo possa sembrare scontato e banale posso assicurare che non lo è.

Chi normalmente nel periodo pre covid era di indole ottimista e amante della vita innanzi a certi discorsi non avrebbe fatto un plissé anzi con un gran sorriso avrebbe girato le spalle e sarebbe andato oltre ma, c’è il “ma” del periodo attuale fatto di incertezza, malattia e morte fortemente pressanti sulla psiche di qualsiasi essere umano.

Il forte periodo di stress ha sottolineato, oggi, la difficoltà a sopportare in silenzio parole poco pensate e dette con arroganza quindi, quale soluzione è facilmente attuabile al fine di mantenere la lucidità tipica di coloro che preferiscono un confronto costruttivo?

Come diceva il campione sportivo Johann Cryuff “ogni svantaggio ha un suo vantaggio” per questo motivo se davanti abbiamo una persona arrogante uno dei consigli è quello di non scendere al suo livello.

L’ arrogante narcisista cercherà sempre di sminuire l’operato degli altri per tale motivo una delle migliori cose da fare è metterlo a confronto con esperti in grado di zittirlo.

Partendo dal presupposto che l’arrogante è una persona insicura non cercare lo scontro si può rivela un secondo passaggio molto importante. Le persone arroganti cercano di manipolare parole e situazioni a proprio piacere per tale motivo difendere le proprie ragioni in modo breve e semplice comporterà un vantaggio perché toglierà all’arrogante la possibilità di girare la situazione a proprio favore.

 

Per finire, anche se la lista dei consigli da seguire per disinnescare le persone nocive è ancora lunga, ricordate di metterli davanti alle proprie responsabilità, sarà così possibile disattivare la loro insaziabile fame di arroganza.

Potrebbe piacerti...