Lifestyle

“Il Grande Amore”, m’ama o non m’ama?

C’era una volta il Grande Amore, quello che si prometteva davanti all’altare e durava fino “a che morte non ci separi”.

C’era una volta la dichiarazione di “eterna fedeltà” fatta guardandosi negli occhi magari sui banchi di scuola, oppure fuori da qualche discoteca storditi dal fumo delle sigarette, che all’epoca potevi fumare dentro, o da qualche intruglio alcolico che, come consuetudine, bevevi nel weekend.

C’erano una volta i “sani valori” per i quali si faceva sesso solo dopo il matrimonio oppure solo con l’uomo che sarebbe stato Tuo Marito.

C’era una volta la cabina del telefono oppure il telefono fisso a casa dal quale chiamavi nel primo pomeriggio per sapere se ti stava “pensando abbastanza” o no.

C’era una volta… e adesso non più.

La rivoluzione del mondo digitale è stata il dramma!

La miriade di situazioni confuse, dove la mancanza di tecnologia ha dato la libertà di “cornificare” a più non posso, si è miseramente conclusa con l’arrivo degli smartphone e della geo localizzazione.

Ed ecco milioni di donne che si accorgono che il grande amore dichiarato a loro in realtà era stato dichiarato, contemporaneamente, ad altre cento.

Per quanto alcuni maschietti, per ovviare la possibilità di errore, abbiano adottato la consuetudine di chiamare “amore” tutte; fare lo stesso regalo a maglie/compagna oppure amante nello stesso momento e ancora, per i più coraggiosi, usare i figli come “valida scusa” per incontrare in pubblica piazza “l’innominabile”, il fattaccio resta sempre più facilmente scopribile.

Allora come fare per scoprire le tracce di un tradimento? Donne munitevi di carta e penna.

Se quel fastidioso tarlo vi ha preso il cervello e non riuscite più a mandarlo via, evidentemente qualche segnale di verità nascosta c’è.

Nella coppia la parte forte è sempre la donna, quindi, direi che questo è il momento per dimostrarlo.

Intanto quali sono i segnali per iniziare a capire se il quadro davanti ai nostri occhi nasconde qualche messaggio subliminale?

La comunicazione tra voi due è diversa, lui è sfuggente, lascia cadere le provocazioni anche di un possibile confronto.

ogni scusa è buona per evitare il contatto fisico.

lascia il suo telefono a “disposizione” vostra.

La cosa primaria che vi consiglio di fare è “l’improvvisata a lavoro”.

Un mio ex fidanzato diceva sempre: “le sorprese sono sempre momenti imbarazzanti”.

All’epoca non capivo perché dicesse questa cosa, ma come sappiamo il tempo è galantuomo e restituisce tutto a tutti. Eccolo che, dopo anni, lui, grazie alla sorpresa sul lavoro, ha scoperto la sua lei con il collega.

Se invece siete intimorite dalla possibile verità chiedete aiuto alle amiche. Gli uomini, sopra tutto i traditori, hanno la tendenza a fare i piacioni con tutte le donne indipendentemente sia questa una possibile preda oppure no. Ma attenzione, non le amiche del quotidiano ma quelle che vedete pochissimo e, di conseguenza, il vostro lui le vede ancora meno.

Osservate la modalità di “cambio vestiario” al rientro dal lavoro. È sempre la stessa routine oppure qualcosa è diverso?

Una cosa però ci tengo a dirvela, se anche dovreste avere ragione e il vostro lui è un mascalzone bugiardo, non fatevene un cruccio.

Come dicevano i nostri antenati “chi di corna ferisce di corna perisce”

Evviva l’amore

by Ginevra Montrone

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *