Il Baseball e la sua straordinaria singolarità

Davvero esiste uno sport che si chiama Baseball?

 

La risposta è sì.

La cosa interessante, però, è che oltre ad essere uno sport è anche un vero e proprio insieme di stili di vita, emozioni e odori pazzeschi che solo vivendoli in prima persona puoi percepire.

 

Dico in Prima Persona perché solo così si può godere del profumo di erba e di terra rossa nelle narici.

 

Sentire, ancora, il suono della pallina bianca con le cuciture rosse, che impatta contro la mazza di legno per perdersi in lontananza mentre tu corri tra delle basi bianche, che formano il campo.

 

Ed eccoti la prima cosa “pazzesca”, il campo.

 

Insolito, per la nostra cultura europea, e per questo motivo da scoprire nella sua forma a diamante con in mezzo i nove giocatori pronti a recuperare la pallina appena battuta.

 

Un attimo. Così non si possono capire le regole, sono tante, ma si può facilmente intuire che il baseball è uno sport capace di unire persone che probabilmente non hanno mai pensato di provarlo ma al solo vederlo giocare, dal nulla, sentono la voglia di tentare, almeno per una volta, a lanciare o prendere quella pallina, ma ancor di più, a “battere” con quella mazza di legno e colpire, si colpire, almeno una volta quella pallina bianca.

 

La sensazione di quel momento?  come un attimo infinito in cui in ogni azione si ferma.

Un attimo in cui tu, pur essendo parte di una squadra, solo in quel preciso istante, sei da solo e cerchi di mettere in pratica ogni singolo gesto che hai ripetuto mille volte durante l’allenamento.

 

“Quell’attimo infinito” riapre le porte del “tempo reale” nel momento in cui si iniziano a sentire le voci esultanti dei compagni e dei tifosi mentre quel silenzio, nato dalla tua concentrazione e dalla tua passione e quindi solo a te dedicato, ritorna solamente per permettere di sentire davvero quel tocco “magico” creato dalla pallina contro la mazza di legno.

 

 

E poi, in questo famoso sport dalle sfumature quasi fiabesche succede che arrivano squadre con nomi che non avresti mai pensato si potessero applicare nella realtà come ad esempio i “Calzetti rossi” di Boston, i “giocatori in pigiama” di New York – New York Yankees, giusto per nominarne un paio, ma ancor più pazzi ma scenografici saranno i gesti che si potremmo ammirare nelle finali delle World Series, serie finale del campionato che assegnerà il titolo alla squadra migliore, che si stanno disputando in America tra i Boston Red Sox ed i Los Angeles Dodgers.

Pazzesco ciò che potrai ammirare.

 

Editor    Gianluca Moccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *