Mugello
Uomo

Gran Premio del Mugello

Domenica Gran Premio del Mugello quindi non si dorme!

Questo è il grido di battaglia di migliaia di amanti del Gran Premio che questo weekend si riverseranno in una delle piste più famose e suggestive al mondo.

La febbre della velocità fa tappa, quindi, in Toscana precisamente a Scarperia e San Piero, nell’ Autodromo Internazionale del Mugello.

Pista Mugello

Il tracciato della pista è lungo 5.245 metri, con rettilineo di oltre un chilometro ed un susseguirsi di saliscendi e curve veloci. Alcuni punti del tracciato, appunto perché particolari, fanno parte della storia del motociclismo moderno.

Questa Gran Premio lo si inizia con la curva “San Donato”, la prima del tracciato, dove si arriva ad oltre 340 km/h e dove è importante frenare il più tardi possibile se si vuole ottenere il miglior tempo sul giro.

Il tracciato del Mugello dopo l’impegnativa chicane in discesa, “Casanova-Savelli”, prosegue con le famose curve “Arrabbiata 1” e “Arrabbiata 2”, fino alla staccata della “Bucine” che permette di ottenere un’alta velocità nel lungo rettilineo di arrivo.

Nel 2018 Valentino Rossi ottenne la pole position e concluse il Gran Premio del Mugello conquistando il terzo posto alle spalle delle Ducati. La gara, infatti, fu vinta da Jorge Lorenzo seguito da Andrea Dovizioso.

La vera magia del Gran Premio del Mugello sono i tifosi, “Il popolo giallo” così viene chiamata la marea di appassionati che si riversa ogni anno nel circuito italiano.

 

Già dall’apertura dei cancelli le colline, dalle quali si domina gran parte del circuito, diventano una gigantesca distesa di tende. Ogni centimetro è già presidiato, tanti striscioni sono già appesi alle reti.

Anche in questo Gran Premio possiamo dire che lo schieramento dei piloti italiani è importante.

moto mondiale

Partendo da Valentino Rossi che, come le stelle del rock, incendia i cuori e anima le passioni dei tifosi delle due ruote passando da Dovizioso, Petrucci, Pirro fino ad arrivare a Iannone, anche famoso per la Love Story con la bella Belen Rodriguez.

Insomma, al Gran Premio del Mugello c’è un’Italia che onora il motociclismo come sport e che sostiene i piloti “Made in Italy” lasciandosi coinvolgere dalla passione senza la violenza, diventando anch’essi parte di un motore emozionante in manifestazioni che, ovviamente, interessano e coinvolgono il mondo intero.

Le notti di questo weekend si trasformeranno in un carosello composto da fuochi d’artificio e rombo di motori insomma, “vale tutto basta non dormire” fino alla famosa sveglia “Buooooonnngioooornoooooo Mugelloooooooooo” con cui Giovanni Di Pillo, speaker ufficiale del circuito, da inizio alla danza dei motori.

by M. P.

photo mugellocircuit.com

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *