Formula 1: quello che non sapevi

Ventidue piloti, macchine dal valore di milioni di euro.

Ventuno gare in tre continenti differenti.

Durata di tempo dieci mesi.

Questo è il “circo della velocità”, il campionato di Formula 1.

Anche se la reale data di nascita di questa manifestazione è il 1948, bisogna aspettare il 1950 perché si possa ufficialmente definire l’inizio di questo spettacolo a livello mondiale.

Il primo a lasciare il segno nella “corona dei vincitori” fu il torinese Nino Farina che con Alfa Romeo si aggiudicò anche la prima Pole Position. Come tutte le cose che iniziano, anche la Formula Uno ha visto un periodo di sviluppo che perdurò fini agli anni ottanta quando le gare si attestarono a sedici.

Da allora la storia ci ha regalato grandi sfide. Eroi indimenticabili, pagine memorabili ma anche momenti tragici che sommati insieme hanno reso, e rendono ancora, affascinante questo sport.

Ancora oggi abbiamo competizioni tra grandi Case come quella iniziata tra il 1954 e il 1955 tra Ferrari e Mercedes.

Secondo i titoli degli ultimi anni, a vincere è Mercedes, ma sarà ancora così? Credo si possa tranquillamente dire, vedendo gli sviluppi delle altre Case, “si accettano scommesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *