Editoriale

Editoriale – maggio 2019

Avete mai riflettuto su cambiamenti, evoluzioni o grandi amori?

Tradotto, quante volte abbiamo avuto paura?

Quando andavo a scuola maggio lo vivevo come un brivido costante, come una sorta di “ansia da prestazione” perché sapevo che eravamo agli sgoccioli e come dire? “quello che bisognava fare o era stato fatto oppure non l’avrei fatto più”.

Vi premetto che io appartengo alla categoria di persone che a scuola si accontentava del “minimo sindacale” ovvio, se arrivava un voto superiore alla media ero felice ma riuscivo a farmene tranquillamente una ragione anche se non arrivava.

Col tempo, con gli anni, le cose sono andate cambiando in meglio ma ho avuto altri momenti in cui la paura mi ha accompagnato.

La prima volta in aereo, il mio primo grande amore e la paura di perderlo, solo per citarne alcune, ma devo ammettere che mai la paura mi ha impedito di fare qualcosa.

Vi chiederete perché parto dalla paura, che per sua natura è sentimento che spaventa tutti.

Perché se ci pensate, alla fine, questo è il mese che più di altri risveglia le nostre paure.

Paura di mostrarsi senza trucco, nella vita reale a causa del caldo che arriva e nei rapporti umani dal momento che statisticamente questi sono i mesi dove nascono storie amorose più facilmente.

Questo mese di maggio è quello che apre le porte alle giornate al mare, agli aperitivi post lavoro infrasettimanali, ai nuovi amori e quindi alla paura di essere poco attraenti “vestite di sola abbronzatura” oppure paura di essere viste troppo grasse, insomma Paura di mille cose che da adesso inizieremo a fare perché maggio con le sue giornate più calde e più lunghe ci invita al “cambio”.

La paura però, se ben dosata e tenuta al “guinzaglio” può essere il vero motore che avvia le nostre azioni.

Questo sentimento che spesso teniamo lontano e non vogliamo assolutamente che entri in contatto con noi può diventare la fonte della nostra creatività.

Se abbiamo paura possiamo fare due cose o evitare di affrontare la situazione che si presentano ma nella vita non si può sempre evitare “di vivere” solo perché in quel momento non succede quel qualcosa che speriamo oppure ingegnarci per trovare la soluzione.

Se ci pensate questo è il mese del “risveglio” sia mentale che fisico.

Fisico perché grazie a Witt Evolution o Clinique possiamo avere dei prodotti che puliscono la pelle rendendola luminosa e pronta a farsi notare anche senza trucco.

Somatoline, che grazie alle sue diverse formulazioni ci aiuta ad eliminare gli inestetismi cutanei e di conseguenza mentale perché con piccoli accorgimenti anche la nostra autostima si rafforza e ogni sfida diventa facilmente superabile.

Ecco il mio consiglio è proprio questo, “guardate la paura in faccia” e fatela diventare il trampolino delle vostre azioni perché questo mese di maggio possa essere di vera Rinascita.

 

 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *