Lifestyle

Apple perde in tribunale

La notizia arriva come un fulmine.

Apple ha perso la lunga battaglia contro il fornitore di sistemi di altissima tecnologia che ha contribuito a rendere Iphone 7 –  8 e X tra i primi nelle vendite.

La vicenda che dura da anni e si sta spostando a macchia d’olio nel mondo vede coinvolti colossi della telefonia

Secondo un giudice tedesco, in Germania è stato considerato “fallo” per la società Apple, adesso anche il tribunale federale californiano ha dato ragione alla Qualcomm, azienda che realizza componenti di altissima tecnologia che consentono agli Iphone di collegarsi ad Internet appena accesi.

Tutto è nato dalla richiesta di Qualcomm di vedere rispettare i patti stipulati tra aziende.

Secondo un accordo formalizzato, la società di telefonia mobile tra le più quotate avrebbe dovuto pagare delle royalties sul prodotto studiato e utilizzato per rendere i suoi ultimi articoli maggiormente competitivi in campo tecnologico. Pare, però, che quest’ultima si sia rifiutata adducendo la scusa di richieste economiche troppo alte, quindi ha comunque tenuto i dispositivi in utilizzo, ma si è rivolta ad un altro colosso della tecnologia applicata, Intel, per proseguire le evoluzioni in campo tech.

Qualcomm, però, non ha mollato la presa e alla fine del 2018, in uno dei paesi dove la diatriba era accesa, ha ottenuto, dal tribunale, il divieto di vendita di alcuni prodotti Apple.

Per l’azienda di Cupertino però, i tempi sono duri perché sul mercato ha nuovi apparecchi che hanno la necessità di essere venduti, quindi la domanda nasce spontanea, la società della “Mela” pagherà i 31 milioni di dollari di risarcimento e chiuderà la questione oppure tenterà la rivincita?

by Ginevra Montrone

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *